Chi siamo

Leggo. Presente indicativo® è un’associazione culturale nata dalla esperienza delle attività di presentazioni editoriali. È qualcosa che vive e cresce nel mondo della letteratura, ma che si sviluppa e allarga anche al teatro, alla musica, al cinema. Attività e obiettivi dell’associazione sono promuovere iniziative in ambito letterario, teatrale, musicale, contribuire a diffondere una cultura della scrittura e della lettura, della produzione musicale e teatrale con un’attenzione particolare alla valorizzazione delle risorse del territorio in cui opera, siano esse talenti artistici ed espressivi siano esse spazi, tempi e luoghi della città.

 

 

 

È anche una rassegna
Come rassegna Leggo. Presente indicativo® nasce nel 2011. È un’idea di Giuseppe Lorenti, alla cui idea si sono unite quelle di Renato Mancini. Nel tempo la rassegna ha aggregato diverse forze creative, culturali e imprenditoriali della città di Catania, come ad esempio l’associazione Catania Lab, editrice di Radio Lab e Radio Zammù.

L’idea
L’idea che sta alla base degli incontri della rassegna è di aggiungere l’elemento dello spettacolo e dell’intrattenimento alle presentazioni dei libri. In una parola: infotainment. L’incontro con l’autore o con l’autrice diviene uno show che vede il coinvolgimento di un’attrice e di un musicista (e talvolta più musicisti e altri performer) che accompagnano il dialogo tra lo scrittore, chi presenta il romanzo e il pubblico.

In pratica
L’autore e il suo romanzo rimangono il “centro”, ma una parte della presentazione si arricchisce di una messa in scena teatrale. L’obiettivo è valorizzare, al massimo, il testo e trasportare gli spettatori dentro i libri attraverso le parole, i suoni, le luci, i corpi. Le musiche sono tutte originali e dedicate al testo.

 

 

 

 

I luoghi
Per ogni presentazione, la tendenza è quella di scegliere sempre luoghi della città di Catania diversi e possibilmente di rilevanza storica, territoriale o sociale, ma poco noti o poco sfruttati, anche privati. All’apertura di ogni presentazione dei posti scelti ne viene narrata la storia, dalla genesi ai giorni nostri.

 

 

 

 

Partenership e collaborazioni
In questi anni la rassegna ha collaborato con le seguenti case editrici: Adelphi, Baldini e Castoldi, Minimum fax, Einaudi, Fandango libri, La nave di Teseo.

Partner stabili della rassegna sono l’associazione Catania Lab e l’agenzia Rocketta Booking.

Ha, inoltre, collaborato con: Cinestudio Catania, CUB - Castello Ursino, Feltrinelli Catania, Internetteria Caffè, Lettera 82 Bistrot, MA - Arte e Musica, Mondadori Store Piazza Roma, Officine Culturali, SAL - Borgo Creativo, Scuola Fuori Norma, Università degli Studi di Catania, Vicolo Stretto Libreria, Zò - Centro culture contemporanee.

 

 

 

 

Radio Lab
Radio Lab è una radio indipendente catanese, media partner della rassegna con il programma “Ita(g)liano per principianti”, dedicato alle nuove uscite e all’editoria. Sul sito di Radio Lab è presente anche una pagina dedicata.

 

 

 

 

 

 
Hanno partecipato
Niccolò Ammaniti, Lorenzo Amurri, Luisa Brancaccio, Luca Briasco,  Paolo Cognetti, Maurizio de Giovanni, Diego De Silva, Mario Desiati, Viola Di Grado, Mario Fillioley, Marcello Fois, Nicola Lagioia, Simone Lenzi, Giordano Meacci, Marco Missiroli, Letizia Muratori, Antonio Pascale, Marco Peano, Marco Presta, Christian Raimo, Alessandra Sarchi, Elvira Seminara, Elena Stancanelli, Alessio Torino, Giorgio Vasta, Daniele Zito, Giuseppe Zucco, Marta Zura-Puntaroni.
 

 

 

 

 

 

Hanno suonato
Dario Aiello, Salvo Fichera, Gillian Grassie, Renato Mancini, Daniele Salamone, Peter Piek, Veivecura.

Hanno letto
Lorenza Denaro, Francesco Macaluso, Graziana Maniscalco, Carmelo Motta, Liborio Natali, Antonio Pascale, Valentina Sardo, Marco Sciotto, Manuela Ventura.

 

 

E inoltre
Da gennaio 2016 al marzo 2016 Leggo ha realizzato in collaborazione con Cinestudio Catania la rassegna “Off cinestudio”,  3 incontri su cinema e letteratura che ha visto la partecipazione di Nicola Lagioia, Emiliano Morreale e Maria Paola Pierini e Giordano Meacci. Nel giugno 2016 Leggo. Presente indicativo® con L’Università degli Studi di Catania, in occasione dell’evento “Porte aperte 2016”, ha organizzato: “Questo posto è nostro - Dialogo sulle città” con Christian Raimo e Roberto Alajmo, “Che si dice sull’amore”, reading di e con Antonio Pascale e la presentazione del romanzo candidato al Premio Strega 2016 “La femmina nuda” con l’autrice Elena Stancanelli.

 

 

 

 

 
Lo staff

Presidente

Giuseppe Lorenti
Produzione, direzione artistica, organizzazione e conduzione.

Giuseppe Lorenti, nato a Catania nel 1964, dopo aver girovagato per diversi ambiti professionali, dalla ristorazione all’immigrazione, ha trovato il suo centro di gravità lavorativa nella letteratura e nell’editoria, sebbene ai tempi del Liceo sembrasse portato per tutt’altro. Ha lavorato per Raidue e Raitre e TelePiù come autore di programmi televisivi e documentari, “Supergiovani” “Paesaggi rubati”, “1949, nelle terre di Dio”, “Agathae, tre giorni di fuoco, festa e devozione”, Geo&Geo. Ha scritto per le pagine culturali de La Sicilia, per Diario della settimana, Narcomafie. Nel 2005 ha pubblicato un libro, “Senza confine”, Città aperta edizioni, reportage sul fenomeno dell’immigrazione in Sicilia e nel 2010 ha partecipato al volume “La frontiera addosso” curato da Luca Rastello per Laterza edizioni. Nel 2012 ha ideato la rassegna “Leggo. Presente indicativo”, scrive per il blog letterario minimaemoralia, conduce su Radio Lab la trasmissione "Ita(g)liano per principianti", dopo aver ideato e condotto, per alcuni anni, il programma Il Circolo Pickwick.

Vicepresidente

Manuela Ventura
Casting, allestimento e regia.

Attrice, diplomata presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, laureata con lode in Lettere Moderne a Catania; consegue il master di primo livello in “Comunicazione e linguaggi non verbali” in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Partecipa alla nascita dell’associazione “Federico II” a Palermo, mettendo in scena testi inediti. Fra le esperienze di perfezionamento spiccano laboratori con Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio, laboratorio di Eutonia coordinato da Nina Zenner, di teatro-danza con Anna Paola Bacalov e seminari con registi e attori quali Luca Ronconi, Leo De Berardinis, Nikolaj Karpov, Andrea Camilleri, Marisa Fabbri, Massimo Foschi, Armando Pugliese, Bruce Myers. Come attrice lavora in teatro, cinema, televisione e radio, collaborando con vari registi tra i quali Lamberto Puggelli, Mario Ferrero, Andrea Camilleri, Pino Passalacqua, Micha von Hoeche, Lorenzo Salveti, Guglielmo Ferro, Claudio Gioè, Salvo Piro, Gino Astorina, Giovanni Anfuso, Roberta Torre, Luca Ribuoli, Alberto Sironi, Carlo Vanzina, Luca Guadagnino, Maurizio Ponzi, Alexis Sweet, Ridley Scott, Francesco Munzi. Ha collaborato alle attività dell’associazione “Ti regalo una storia” nel progetto di letture volontarie e tempo “in regalo” per i bambini ricoverati negli ospedali catanesi. Riceve nel 2013 per le capacità interpretative il premio Ciak Sicilia e nel 2014 il premio Tao Award come miglior attrice fiction. Nel 2016 riceve il premio “Domenico Danzuso”. Svolge attività come assistente regia di spettacoli teatrali. Coordina attività formative e laboratori teatrali per attori al centro Viagrande Studios. Collabora con l’associazione Meditango di Roma. Collabora col festival nazionale di corti teatrali “Teatri Riflessi”.

Direttore

Renato S. Mancini
Organizzazione, coordinamento, logistica, immagine d’evento, comunicazione, allestimento, aiuto regia e co-conduzione.

Catanese del 1977, ha fatto molti mestieri e abbastanza presto, dal portapizze al metalmeccanico, dal postino al custode notturno di un "romantic hotel" palladiano; nel 2002 ha persino lavorato la grappa 903. È stato assistente fiscale e agente di sviluppo per l'artigianato in Confartigianato, incarico che lo ha riportato a Catania poco meno che trentenne, morto il padre e dopo anni in provincia di Treviso. Treviso gli ha dato più di un mestiere nelle mani: è web designer e grafico pubblicitario, mestieri che porta a profitto con diverse agenzie di comunicazione. È consigliere dell'associazione Catania Lab, speacker e redattore di Radio Lab - dove conduce "Ita(g)liano per Principanti" (creato con Enrico Lanza "Mapuche") co-conduttore nel programma di Paolo Mei "Radio Rocketta" su Radio Zammù (Radio dell'Università degli studi di Catania). "Rocketta" è anche l'agenzia di booking per concerti ed etichetta discografica con la quale collabora dal 2012. Partecipa all'organizzazione di eventi (sovente musicali e danzanti) e spesso collabora con alcuni noti locali notturni della città di Catania, città per cui è pazzo d'amore anche quando è un brutto posto. Fa vita mondana in posti dove nessuno gli chiederà il voto in cambio. La foto è stata scattata in uno di questi posti venerdì 17 febbraio 2017 da Kaioh. Questo scrivere in terza persona lo sta infastidendo.

 

Segretario

Valeria Castorina
Ufficio stampa, comunicazione, social media manager e relazioni esterne.

Valeria Castorina è nata a Catania nel 1979, nipote e figlia di librai; dopo la laurea in lettere ha frequentato la Scuola di Editoria Piamarta a Milano e lì ha lavorato come redattrice editoriale per Ubulibri Edizioni e Garzanti Linguistica e come freelance per diverse case editrici. A Catania ha lavorato come responsabile comunicazione nel management musicale e poi come libraia presso la libreria Tertulia. Ha poi rifatto le valigie per trasferirsi in Irlanda del Nord e poi ancora a Roma dove ha frequentato il Master in comunicazione e marketing digitale presso la Business School del Sole 24 Ore. Adesso ha appeso al chiodo il trolley per occuparsi di comunicazione aziendale e social media management, nonché del piccolo Ettore. È un'attivista per i diritti delle persone migranti, va matta per il calcio e coltiva il sogno di compiere la promessa fatta a se stessa di riaprire un giorno la libreria di famiglia.

 

Segreteria organizzativa

Martina Rapisarda

Martina Rapisarda è nata nel 1989. Ha studiato lettere moderne e comunicazione della cultura e dello spettacolo presso l'Università degli studi di Catania, laureandosi con una tesi sulla serie televisiva “Fargo” dal titolo "What if you're right and they're wrong?". Fa parte dello staff Guide Catania e lavora presso il Teatro Massimo, il Castello Ursino e il Palazzo della Cultura. Attualmente svolge il servizio civile presso le Acli di Catania. Le sue grandi passioni sono il cinema e le serie tv.

 

Segreteria organizzativa

Raffaella Arena
Coordinatrice per il progetto "I Piccoli maestri".

Raffaella Arena, nasce a Catania nel 1970, dopo aver iniziato studi scientifici, sposta il suo baricentro culturale verso la letteratura e le arti in genere. Nel 1996 parte per il Canada dove, fra l'altro, frequenta un corso di ceramica al Saidye Bronfman Centre for the Arts di Montreal. Tornata in Italia si avvicina sempre di più al suo vero interesse: ottiene, per due anni successivi, una menzione e la pubblicazione di alcune poesie al premio nazionale di poesia Miramare di Rimini. Frequenta vari laboratori di scrittura (condotti da Giorgio Vasta, Giulio Mozzi, Davide Longo) e, infine, impara il mestiere di libraia fino a diventare la responsabile di una piccola - e molto nota - libreria indipendente di quartiere. Chiusa la libreria, scrive per una testata giornalistica online e si immerge nel mondo della letteratura: la sua ossessione.